calcolo strutturale on-line

verifiche del contenimento
  del consumo energetico

Edifici a struttura lignea

Vantaggi e svantaggi delle costruzioni in legno

 

Gli edifici attuali hanno strutture portanti che si possono ricondurre principalmente ai sistemi costruttivi in muratura (semplice o armata), acciaio, cemento armato o sistemi misti fra quelli citati in precedenza. Nella maggioranza delle nostre costruzioni civili, il legno non costituisce la struttura portante principale degli edifici e viene utilizzato per lo più per elementi strutturali secondari quali coperture, loggiati, tettoie o per elementi di finitura quali pavimentazioni, rivestimenti e infissi.

 Gli edifici a struttura lignea, se adeguatamente progettati, hanno però numerosi vantaggi come la rapidità di costruzione, la sicurezza nei riguardi delle azioni sismiche, la sostenibilità ambientale, il comfort abitativo e il risparmio energetico.

 VANTAGGI

Uno dei principali vantaggi nella realizzazione di edifici in legno prefabbricati è la riduzione dei tempi di costruzione. Essendo il legno un materiale leggero, ogni elemento è facilmente trasportabile e maneggiabile in cantiere; inoltre il montaggio, effettuato interamente a secco mediante l’utilizzo di collegamenti meccanici con piastre di acciaio, viti, chiodi e bulloni, è estremamente veloce.   L’assenza di getti e in generale della presenza d’acqua e materiali inerti consente inoltre di mantenere più pulito e ordinato l’ambiente di lavoro e di poter organizzare al meglio le diverse fasi di lavorazione, con vantaggi anche sul fronte della sicurezza sul lavoro.

Sul piano della sostenibilità, il legno è rinnovabile e riciclabile; consuma pochissima energia nelle fasi di produzione e posa in opera, non rilascia emissioni, polveri o fibre nocive durante l’impiego e si smaltisce senza inquinare, restituendo l’energia accumulata se viene impiegato per la termovalorizzazione.  

Sul fronte risparmio energetico il legno, essendo un ottimo isolante termico e un buon isolante acustico, assicura già un buon isolamento termo-acustico. Inoltre l’utilizzo di materiali naturali a base di legno o suoi derivati per il pacchetto isolante contribuisce a migliorare la traspirabilità.  

Da un punto di vista della sismoresistenza le struttura lignee sono molto più leggere rispetto ai sistemi costruttivi tradizionali. La leggerezza e la capacità deformativa intrinseche del materiale sono un elemento che conferisce grandi vantaggi nei riguardi delle azioni sismiche.

SVANTAGGI

Per ottenere un’adeguata durabilità nel tempo (spesso superiore a quella delle strutture tradizionali) occorrono accorgimenti costruttivi tali da proteggere il materiale legno da attacchi biotici di funghi, muffe, insetti dovuti soprattutto alla presenza di acqua, umidità e temperature di esercizio comprese fra 18 e 30 °C.

Per quanto riguarda gli aspetti di resistenza strutturale occorre inoltre porre molta attenzione alla realizzazione dei collegamenti (di solito realizzati in acciaio con speciali piastre e bulloni) dai quali dipende gran parte del comportamento dissipativo della struttura nei confronti dell’energia sismica.

In ultimo le strutture in legno hanno costi complessivi di realizzazione mediamente più elevati rispetto alle costruzioni tradizionali che vengono solo in parte recuperati nel tempo dalla minore spesa energetica. Questo è dovuto in parte alla scarsa diffusione di questa tipologia di edifici e al fatto che le imprese operanti nel settore forniscono spesso la costruzione con la formula ‘chiavi in mano’ dove il cliente può scegliere tipologia impiantistica e delle finiture unicamente fra soluzioni di alta gamma. Questo, se da un lato conduce a prodotti di qualità media elevata, tuttavia contribuisce a mantenere alto il costo medio di realizzazione degli edifici a struttura lignea.

 

 

Torna alla home page

Torna allo storico delle notizie